ce-l'ho-durismo

"una persona che ostenta la propria invulnerabilità ed esibisce una libertaria ed estrema volontà di autonomia personale è spesso un individuo talmente spaventato dalla propria vulnerabilità da indossare la maschera del "duro" per nascondere il proprio terrore.
Se qualcuno nega intere parti della propria emotività non è veramente libero, perché censura una parte della propria psiche e impedisce alla propria unicità di manifestarsi significativamente e di lasciarsi coinvolgere dal mondo. Diviene carceriere di se stesso: nessuno potrà mai conoscere il suo "vero sé" e stabilire con lui una relazione significativa.
E' realmente solo, proprio come chi è stato ostracizzato o esiliato."

 
Jeremy Rifkin - La civiltà dell'empatia - Mondadori - Traduzione di Paolo Canton - I ed. feb 2010
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...